meridiana apre malpensa-mosca

Dal prossimo 22 marzo, sarà possibile volare da Malpensa a Mosca Domededovo con il nuovo  volo Meridiana .

Il volo verrà effettuato tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, e dal 7 maggio anche la domenica, per un totale di 4 collegamenti settimanali.

La macchina scelta per questo collegamento e un Boeing 737-800 configurato con 168 posti economy e 14 in Electa Club ovvero la business class di Meridiana.

l’operativo prevede la partenza da MXP alle 06.55, per una durata di volo di circa 3.30 ore, il ritorno da DMEè programmato  alle 12:10

W.M.

Mostra CITIES UNDERGROUND al piano stazione del T1

“Cities Underground” (3 continenti 18 città)

Opening martedi 29 novembre 2016 ore 11.00
La mostra proseguirà fino al 28 febbraio 2017

Fotografie di Mario Bobba
A cura di Denis Curti

Aeroporto di Milano Malpensa
Terminal 1
Piano Stazione Ferroviaria

Cities Underground è un lavoro sviluppato dal 2011 nel sottosuolo di 18 città in 3 continenti. I dettagli evocativi dei luoghi, delle abitudini e dell’aspetto dei viaggiatori stimolano l’osservatore a rivivere l’esperienza dell’autore, mediata dalla sua sensibilità.

La scelta di presentare il progetto in un aeroporto non è casuale.

L’aeroporto è un microcosmo in continua evoluzione. Nel passato, Marc Augé, etnologo ed antropologo francese, lo aveva definito un non-luogo poiché visto come un posto di passaggio, non identitario e destinato esclusivamente alla circolazione accelerata delle persone. Un non luogo esattamente come le Underground rappresentate nel progetto di Mario Bobba.

In un’epoca di viaggiatori perpetui, di lavoratori pendolari, di massima mobilità e stressata velocità, la vita si sposta lì dove queste tendenze si concentrano: nelle zone di transito degli aeroporti e delle metropolitane, luoghi ormai impregnati dalla cultura del consumo a dalle abitudini sociali dei nostri tempi, che competono con i city center dai quali ha ereditato un gran numero di attività e modi di vivere la socialità.

L’aeroporto di Milano Malpensa si rivela quindi come il posto ideale per ospitare la mostra fotografica di Mario Bobba Cities Underground che con i suoi 31 scatti ci mostra l’umanità nascosta nei sottosuoli dei centri urbani, ambienti caratterizzati da frenesia di movimento freddezza di situazioni e architetture.

Denis Curti Direttore Artistico della Casa TRE OCI di Venezia così descrive il progetto di Mario Bobba nella prefazione del catalogo della mostra:” Ispirata a un’ intensa quanto sincera vena umanistica, la fotografia di Mario Bobba cerca nel “sottosuolo”, all’ombra degli status sociali e dei modelli di comportamento prestabiliti, la naturalezza e la bellezza della “normalità”. In questa personale visione, che attiene alla vita e alla fotografia, la metropolitana, i vagoni dei treni e i corridoi che s’ intrecciano sotto le metropoli del mondo, rappresentano non solo i soggetti delle immagini, ma anche i simboli di un racconto ben più profondo, che tenta di esplorare con sguardo onesto le abitudini sociali e culturali dei nostri tempi.
Cities Undergound è un ritratto autentico e molteplice, capace di raccontare con una visione d’insieme ogni singolo elemento, umano e sociale, di un contesto urbano sempre riconoscibile che accomuna le metropoli nel mondo.
In questo ampio progetto fotografico, l’autore ha trovato, pur nella somiglianza dei luoghi e nella ripetizione delle infrastrutture, il giusto equilibrio tra conformità e identità, cogliendo per ogni città un segno distintivo, unico e irripetibile.”

La mostra Cities Underground è collocata nell’atrio di accesso al terminal, dopo la Porta di Milano, dove trovano spazio i 31 scatti di Mario Bobba. Un’area già utilizzata in passato per esibizioni fotografiche che rientra nell’ampia strategia culturale di SEA che include mostre e concerti.

“Sono numerose le zone nel terminal che abbiamo destinato a progetti artistici per intrattenere piacevolmente i passeggeri – dichiara Luciano Carbone, Chief Corporate Officer SEA. Le opere d’arte, così come le note musicali, in pochi istanti sono in grado di suscitare emozioni che rimarranno un piacevole ricordo di benvenuto o di saluto per i viaggiatori di Malpensa. Questo è il nostro auspicio, anche perché sempre più persone scelgono di trascorrere il loro tempo in aeroporto, ammirando una mostra o ascoltando buona musica, magari prima di acquistare nelle boutique o di approfittare della ristorazione. Questo ci fa piacere e ci fa notare che sempre più da non-luogo, l’aeroporto è un luogo dove accadono tanti eventi e si possono fare tante cose, proprio come in una città”.

BIO
Mario Bobba, da sempre appassionato di fotografia e grafica, è nato a Milano, ma ha origini tra Angera e Besozzo (lago Maggiore).
Per lavoro, impegno civile e hobby ha viaggiato spesso visitando moltissimi Paesi, con lunghi soggiorni all’estero, occasioni importanti di approfondimento sulla cultura dell’immagine.
Dalla fine degli anni ’90 è ripartito su nuove basi il suo approccio alla fotografia e questa maturazione ha reso possibili vari progetti, mostre ed eventi. Dal 2009 ha trasformato la passione di una vita in un’attività professionale aprendo lo studio “PassioneFoto” ad Angera.

“Tutte le metropolitane appaiono molto simili, in qualsiasi ora del giorno e stagione dell’anno, ma ho cercato di evidenziare le piccole differenze piene di significato e qualche volta anche di emozioni, di umorismo o di arte e architettura. Lo spaccato di umanità nei vagoni e sulle banchine che si offre allo sguardo attento è sempre ricco e diverso pur nell’apparente somiglianza. In metropolitana si pratica una street photography selettiva, un po’ misteriosa e, appunto, sotterranea.”

Ufficio Stampa SEA

 

Collegamento ferroviario T1-T2 -fra due settimane si parte… cosa cambia e cosa resta

Dlin Dlon – è in partenza dal binario uno treno MXP EXP di Trenord n°……….  ferma a  (omissis) ..Busto Arsizio..Malpensa Aeroporto Terminal 1… MALPENSA AEROPORTO TERMINAL 2!

Oggi non è ancora possibile sentire questo annuncio nelle stazioni Milanesi da cui partono i treni per il “città di Milano” ma fra pochi giorni sarà una realtà. Praticamente conclusi i lavori della nuova estensione della linea ferroviaria che dopo un percorso di 3,5km lungo il perimetro esterno del sedime aeroportuale permetterà ai treni di arrivare alla nuova Stazione posta in prossimità del Terminal 2 di Malpensa.

Un grande passo in avanti nei collegamenti città/Aeroporto che permetterà ai passeggeri in partenza ed in arrivo al Terminal 2 di raggiungere la destinazione senza soluzione di continuità e senza la rottura di carico determinata fino ad oggi dalla necessità di cambiare mezzo una volta arrivati al T1 con il bus navetta di SEA.

L’OPERA

Il nuovo collegamento, totalmente a doppio binario, diparte dall’asta di manovra a nord della stazione del Terminal 1 piegando a sinistra e sottopasssando il parcheggio lunga sosta e le zone sud di Case Nuove si porta a correre in trincea a fianco della superstrada 336 fino a giungere alla nuova  stazione sotterranea del T2 che sarà dotata di 4 binari come quella del T1 e predisposta per   proseguimento dei binari per realizzare il futuro e importantissimo collegamento con la linea del Sempione.

COSA CAMBIERA’ PER I VIAGGIATORI –

In questi giorni ha suscitato non poche polemiche sulla stampa la notizia che sebbene il costo del biglietto sarà lo stesso indipendentemente dal terminal di destinazione, in ambito aeroportuale la relazione fra i due terminal sarà soggetta a  un biglietto dal costo di 2€, tanto che alcune testate hanno definito questa situazione penalizzante per i passeggeri di Easyjet.

Le cose non stanno proprio così, in quanto in realtà nessuno verrà penalizzato da questa decisione.infatti (premesso che il collegamento T1-T2 non ha valenza di People Mover Aeroportuale) si andrà semplicemente incontro ad una ridistribuzione dei flussi che utilizzano l’attuale Bus Navetta gestito da SEA che pare verrà mantenuto in quanto collegante non semplicemente post to point i due terminal ma anche altre strutture esterne .

Vediamo ora caso per caso come si svilupperebbero i nuovi flussi

 

1) I passeggeri Easyjet non vengono penalizzati ma avvantaggiati in quanto se arrivano a Malpensa in treno non hanno rotture di carico al T1 ma proseguono direttamente al T2 e viceversa in direzione città ( chi arriva in macchina o ricade nel punto 2, oppure ha la navetta gratuita del parcheggio privato, oppure parcheggia al P5 quello scontato per i passeggeri Easyjet che si trova a 150mt dagli arrivi del T2, la stessa distanza che ha la nuova stazione ferroviaria)

2) i passeggeri che parcheggiano nei parcheggi Via.Milano continueranno ad utilizzare come già fanno oggi la navetta bus SEA ( che ha fermate al servizio di questi oltre che in prossimità di alcuni alberghi fuori sedime) per recarsi al Terminal di partenza

3) Ad oggi  il transito avente O/D  T1-T2 e viceversa interesserebbe una ristrettissima parte di con voli in coincidenza fra i due Terminal che quindi o fanno autotransito o si affidano al Via.Milano (non gestendo easyjet transiti nemmeno all interno della stessa compagnia, il che, all’atto pratico, vuole dire in ogni caso ritirare il bagaglio, uscire dall area sterile e ripetere i controlli di sicurezza anche nello stesso terminal). Comunque per questi pochi passeggeri come detto in precedenza sarà disponibile il servizio bus che non dovrebbe essere soppresso  appunto perchè serve capillarmente altri servizi posti a lato del sedime aeroportuale. (Fermo restando che nel momento in cui Easyjet dovesse decidere di operare Transiti in code share o interline con altre compagnie operanti al T1 , il collegamento di transito dovrà avvenire con navette/people mover dedicate che non escano dall area sterile sia per ragioni di sicurezza sia per evitare ai pax un nuovo controllo)

E VIA DUE BINARI VERSO IL FUTURO

Come detto in precedenza la nuova stazione è predisposta con i binari già orientati al futuro collegamento  con la linea del Sempione di RFI , una breve ma importantissima tratta di pochi km che attraversando in Trincea/Galleria la brughiera fra Gallarate e Casorate Sempione andrà ad allacciarsi alla Main Line del gestore ferroviario nazionale proprio al confine fra i due comuni.

ipotesi percorso collegamento T2-linea del sempione

Il progetto unito al triplicamento/quadruplicamento  della Rho Gallarate permetterebbe finalmente di eliminare alcune criticità che affliggono i collegamenti del mxp-exp sulle relazioni verso Centrale oltre a permettere in un futuro la possibilità di instradare verso l’Aeroporto alcune relazioni internazionali gravitanti sulla asse del Sempione.

Ovviamente come sempre accade nel nostro paese di campanili e di signor NO sono già nati gli appositi comitati avverso il progetto che con ottusa insistenza continuano a dichiararsi contro qualunque realizzazione sia essa strada, ferrovia, porto o aeroporto; ma che in linea di principio sono poi i primi a lagnarsi quando non hanno a disposizione questo o quel mezzo per spostarsi agevolmente.

 

W.M.

Da Novembre Air China userà A330 ad alta densità sulla rotta per Shanghai

Air China this month (November 2016) launched a new configuration for its Airbus A330-200 fleet, as selected aircraft switching to high-density configuration. The high-density configuration sees smaller Business Class cabin, C18Y247, instead of C30Y207.

Shanghai Pu Dong – Milan Malpensa

http://www.routesonline.com/news/38/airlineroute/270044/air-china-begins-a330-200-high-density-operations-from-nov-2016/?highlight=milan

27 Marzo 17: Ethiopian diventa giornaliero con il 787

Addis Ababa – Vienna – Milan Malpensa Service to Vienna remains unchanged at 4 weekly level, however Milan will increase to 7 weekly (ET also operate 3 weekly via Rome)
ET724 ADD0025 – 0550VIE0650 – 0830MXP 788 x246
ET725 MXP2030 – 2210VIE2310 – 0620+1ADD 788 x246

http://www.routesonline.com/news/38/airlineroute/270092/ethiopian-s17-operation-changes-as-of-25nov16/?highlight=milan

Malpensa registra il record mensile di trasporto merci della sua storia

Malpensa anticipa la peak season del trasporto mercicioè il periodo migliore dell’anno che di solito coincide con il mese di novembre, registrando un settembre ottimo e un ottobre da record.

I dati di settembre sono buoni per tutto il settore Cargo che ha registrato una media del +5% nel mondo[1], tuttavia Malpensa ha più che raddoppiato il dato mondiale con un +11% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Ottobre è andato ancor meglio, è stato il mese del record assoluto con un 15% di incremento pari a 53.000 tonnellate di merci trasportate, il miglior risultato mensile di sempre per quanto attiene il trasporto merci a Malpensa.

Un risultato che anticipa la stagione di picco dove l’import aumenta per via degli approvvigionamenti delle merci in vista del periodo natalizio. In ottobre questo dato è stato particolarmente rilevante: dopo molti mesi di modesta crescita, le importazioni infatti hanno subito un incremento del 22% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sempre in crescita anche le esportazioni che hanno registrato una crescita del 13%  sui volumi del 2015 (che rappresentavano già un record per la storia dell’Aeroporto).

Il risultato particolarmente favorevole del mese appena concluso riflette anche una distribuzione più stabile dei volumi di attività nei vari giorni della settimana: nel periodo di ottobre non si è mai scesi sotto la soglia delle 1.000 tonnellate al giorno, superando più volte anche le 2.000 tonnellate nei picchi del week-end.

In ottobre tutte le direttrici di traffico da/per Malpensa hanno beneficiato di consistenti incrementi particolarmente rilevanti sulle rotte dell’Asia (+21%) e del Medio Oriente (+15%), con buone performance anche dei flussi di merci con l’Africa, cresciuti del 12,7%.

Grazie anche agli ottimi risultati degli ultimi due mesi, i volumi complessivi del periodo gennaio-ottobre registrano un aumento del 6,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’aeroporto di Milano Malpensa movimenta il 56% del traffico merci italiano, classificandosi primo nel settore cargo in Italia, e nel 2015 ha registrato tassi di crescita significativamente superiori alla media degli aeroporti europei della stessa categoria, con un aumento del traffico merci del 9% rispetto all’anno precedente e un volume di traffico cargo superiore a 500.000 tonnellate. Milano Malpensa si classifica al 6° posto fra gli aeroporti cargo europei, dopo scali come Francoforte, Parigi, Amsterdam, Londra e Lussemburgo.

Oggi a Milano Malpensa si effettuano oltre 200 movimenti cargo alla settimana operati delle più importanti compagnie aeree del settore, per un totale di 10.140 movimenti all cargo nell’intero 2015, con una crescita del 16% rispetto all’anno precedente. Tra questi, i voli effettuati dai corrieri aerei espresso basati nello scalo assumono un’importanza sempre maggiore: nel 2015 sono stati pari al 33% dei movimenti con sole merci, con una crescita del 50% sull’anno precedente.

(UFFICIO STAMPA SEA)

La tua Fonte di Notizie su Milano Malpensa

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Skip to toolbar