CORONAVIRUS:Fontana: “La progressione non è più esponenziale”

“Si può iniziare a dire che forse non c’è più quella progressione violenta che c’era nei giorni scorsi, è ancora in progressione ma non più esponenziale il che moderatamente ci fa piacere”. E’ quanto ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, aggiungendo che “bisognerà aspettare ancora 3-4 giorni per capire se i numeri possono iniziare a darci ragione”,

CORONAVIRUS: Easyjet: “Compagnie aeree a rischio sopravvivenza”

“L’industria dell’aviazione europea ha di fronte a sé un futuro incerto e non c’è alcuna garanzia che le compagnie aeree saranno in grado di sopravvivere a quello che potrebbe trasformarsi in un sostanziale blocco dei viaggi nel lungo periodo, con una prospettiva di ripresa molto lenta”. Lo scrive Easyjet in una nota, specificando che “il futuro dipenderà molto dalla possibilità di mantenere l’accesso alla liquidità, compresa quella messa a disposizione dai governi di tutta Europa”.

INFORMAZIONI IMPORTANTI PER PASSEGGERI PROVENIENTI DALL’EUROPA

Le autorità di Singapore hanno adottato le seguenti misure per limitare il rischio di diffusione di Covid-19 nel Paese:

 

  • Dalle ore 23.59 del 15 marzo 2020, a tutti i nuovi visitatori che hanno viaggiato in Francia, Germania, Italia e Spagna negli ultimi 14 giorni non sarà consentito l’ingresso o il transito da Singapore.
  • Ai cittadini di ritorno a Singapore, ai residenti e ai titolari di pass a lungo termine (compresi pass e permessi di lavoro, pass per studenti, pass per persone a carico) che hanno viaggiato in Francia, Germania, Italia e Spagna negli ultimi 14 giorni sarà consentito l’ingresso a Singapore. Tuttavia, verrà emesso uno Stay-At-Home Notice (SHN) in seguito al quale sarà loro richiesto di restare a casa per 14 giorni.
  • I titolari di pass a lungo termine dovranno avere anche una lettera del Ministry of Manpower (MoM) di Singapore, richiesta dal loro datore di lavoro, prima che siano autorizzati ad entrare nel Paese. I datori di lavoro possono fare domanda per la lettera del MoM a questo link: https://form.gov.sg/#!/5e3cbabee41f590012014e91

 

 

Modifiche ai voli Singapore Airlines dall’Europa

 

Milano

 

 

Roma

 

 

Barcellona

 

 

 

Parigi

 

 

 

Dusseldorf

 

 

Monaco

 

 

Francoforte

 

 

Altri voli dall’Europa

 

  • Non ci sono modifiche ad altri voli SIA verso l’Europa, ad eccezione di quelli che sono stati precedentemente annunciati in seguito alle modifiche in corso nel nostro network e che possono essere consultati qui (https://www.singaporeair.com/it_IT/it/media-centre/news-alert/?id=j3cq5u4i).
  • I passeggeri saranno avvisati nel caso in cui i loro voli siano cancellati e sono invitati a consultare il nostro sito Web per avere aggiornamenti sui loro voli.

 

 

 

Cancellazione dei voli per Italia, Francia, Germania e Spagna

 

  • Singapore Airlines non addebiterà le spese di cancellazione e modifica ai passeggeri che viaggiano da e verso la Francia, la Germania, la Spagna e l’Italia con biglietti emessi prima del 13 marzo 2020 incluso, per viaggiare su voli operati da Singapore Airlines o SilkAir dal 10 marzo 2020 al 31 maggio 2020. La nuova data di viaggio dovrà iniziare entro il 31 agosto 2020.
  • I passeggeri che hanno prenotato i loro biglietti attraverso un’agenzia di viaggio sono invitati a contattare il proprio agente di fiducia per assistenza.
  • I passeggeri europei che hanno prenotato i loro biglietti sul sito di Singapore Airlines possono contattare il nostro team per l’assistenza ai passeggeri nei rispettivi Paesi:

 

 

Italiait_feedback@singaporeair.com.sg

Germaniade_feedback@singaporeair.com.sg

Franciapar_reservations@singaporeair.com.sg

Spagnaes_feedback@singaporeair.com.sg

 

 

  • I passeggeri possono anche contattare il nostro reservation team a Singapore al numero +65-6223-888 o compilando il modulo online con i loro dati e richieste a questo link:

https://www.singaporeair.com/request.form.

 

  • In considerazione dell’alto volume di richieste, ci scusiamo qualora i tempi di attesa fossero più lunghi del solito.
  • Gli agenti di viaggio che richiedono assistenza sono invitati a contattare direttamente l’ufficio vendite Singapore Airlines.

 

 

***

 

Restiamo a disposizione per ulteriori informazioni.

Un caro saluto,

 

Francesca

Uff. Stampa Singapore Airlines

Air Italy, al via il licenziamento collettivo dei 1.453 dipendenti

 

La formalizzazione scritta è attesa per le prossime ore, ma praticamente l’iter per il licenziamento collettivo dei 1.453 dipendenti di Air Italy è già partito: oggi infatti si è svolto l’incontro con i sindacati, durante il quale il responsabile delle relazioni industriali della compagnia aerea, Antonio Cuccuini, ha comunicato l’avvio della procedura di mobilità collettiva. Ora le sigle potranno chiedere un confronto con la società: a disposizione ci sono 45 giorni per incontri in sede aziendale e altri 30 in sede ministeriale.

«Sfrutteremo ogni ora per salvare i posti di lavoro e una realtà che ha garantito il trasporto aereo isolano per 55 anni», assicura Elisabetta Manca della Uiltrasporti territoriale, che chiede aiuto alle istituzioni. «Il governo – insiste -emani presto un decreto che assicuri gli ammortizzatori sociali ai lavoratori, come già per altre compagnie, e i due governi regionali direttamente interessati dalla crisi, Lombardia e Sardegna, si attivino». «Venerdì scorso – ricorda la sindacalista – avevamo chiesto un incontro al presidente Solinas, ma senza risposta». 

Finora, attacca, «il presidente ha operato da solo, senza confrontarsi, ma deve ascoltarci e aggiornarci su quanto si sta facendo». Arnaldo Boeddu, segretario della Filt Cgil Sardegna, precisa che «l’azienda non potrà prendere decisioni unilaterali prima di 75 giorni», chiede «soluzioni a tutela del reddito dei lavoratori» e auspica che «le istituzioni cerchino un partner interessato, solido finanziariamente, da affiancare all’azionariato pubblico-privato». Domani la Filt Cgil si riunirà a livello regionale per analizzare a fondo la comunicazione aziendale di oggi. Incalza la Regione anche il consigliere del M5s Roberto Li Gioi: «A che punto sono le interlocuzioni per la compagnia aerea a partecipazione regionale?»

https://www.msn.com/it-it/money/storie-principali/air-italy-al-via-il-licenziamento-collettivo-dei-1453-dipendenti/ar-BB10HnX2?ocid=spartanntp

Qatar non interessata ad ulteriori investimenti aerei in Italia

Buongiorno,

in riferimento alla vicenda Air Italy, Qatar Airways rende noto che:

 

“Qatar Airways non ha più interesse nell’investire in Air Italy e in nessun altro progetto nel trasporto aereo in Italia, poiché il suo committment era esclusivamente legato all’operazione Air Italy, sulla base del business plan approvato con l’azionista di maggioranza Alisarda. La compagnia farà tutto il possibile nel proprio ruolo di azionista di minoranza per minimizzare l’impatto sociale per i lavoratori e per i viaggiatori, nell’ambito della procedura di liquidazione volontaria in bonis decisa con l’azionista di maggioranza l’11 febbraio scorso.”

 

Resto a disposizione

 

Cordiali saluti

 

 

Alitalia, tutte le spese folli della gestione “araba” coi soldi degli italiani

Pause caffè e aperitivi pagati a peso d’oro, pranzi da 23mila euro, cene di gala da 70mila euro e addirittura feste di compleanno private da 6mila euro. Queste sono solo alcune delle spese folli dei dirigenti di Alitalia analizzate dal programma “Fuori dal Coro“.

A certificarle ci ha pensato invece l’inchiesta, che ‘copre’ quasi 3 anni di gestione “araba” della compagnia di bandiera italiana, dal 2014 al febbraio 2017, e che ha portato 21 persone all’iscrizione nel registro degli indagati. Come spiega il servizio della trasmissione di  Mario Giordano, mentre i conti di Alitalia andavano in rosso i vertici continuavano a spendere senza criterio: tra le fatture che saltano all’occhio ce n’è una da 244mila euro per due notti in un hotel di lusso per una comitiva di dieci persone.

Ma non è tutto perché c’è chi ha fatto pagare ad Alitalia lo spostamento a Londra di una casetta giocattolo per il figlio e chi, addirittura, si è fatto rimborsare una bottiglia d’acqua e una mela. Follie che hanno contribuito a spolpare Alitalia e i contribuenti italiani.

La tua Fonte di Notizie su Milano Malpensa