Meridiana lancia un volo per Recife-Fortaleza

i-aigj-meridiana-boeing-767-304er_PlanespottersNet_538073

Meridiana in Northern winter season plans to launch new destination in Brazil, currently scheduled 1 weekly flight to Recife. From 03NOV16, the airline will operate Milan Malpensa – Recife – Fortaleza – Milan Malpensa route on Thursdays, with Air Italy Boeing 767.

03NOV16 – 15DEC16
IG3740 MXP1100 – 1705REC1915 – 2040FOR2210 – 1155+1MXP 767 4

22DEC16 – 23MAR17
IG3740 MXP0900 – 1505REC1635 – 1800FOR1930 – 0915+1MXP 767 4

http://www.routesonline.com/news/38/airlineroute/268897/meridiana-adds-recife-service-in-nw16/?highlight=milan

Cathay, fuel surcharge su Hong Kong

Sarà applicata alla maggior parte dei voli in arrivo da sud-ovest del Pacifico, Nord America, Europa, Medio Oriente, Africa e Asia del Sud
Cathay Pacific's 777-300ER

Cathay Pacific e Dragonair applicheranno una fuel surcharge ai viaggiatori in ingresso a Hong Kong dal 15 settembre.
Il supplemento di 14 dollari Usa (109 Hk $) sarà applicato alla maggior parte dei voli in arrivo dal sud ovest del Pacifico, Nord America, Europa, Medio Oriente, Africa e Asia del Sud (ad eccezione delle Filippine, che sono esenti).
L’addizionale sui voli tra New York e Vancouver è di Hk $ 24 dollari di Hong Kong (circa 3 dollari Usa).
La fee si applica solo ai viaggiatori in ingresso; quelli che volano al di fuori del Paese continueranno a beneficiare della sospensione dei supplementi carburante decisa all’inizio di quest’anno dal Dipartimento dell’Aviazione Civile. Rimane valida, però, per questi ultimi la Airport Construction Fee (Acf) sull’aeroporto di Hong Kong, che serve al finanziamento della terza pista (tra i Hk $ 70 e i Hk $ 180).
In una dichiarazione sulla stampa locale il vettore si è così difeso: “La decisione di reintrodurre il supplemento carburante all’estero segue la prassi attualmente adottata da altre compagnie aeree”.
I profitti della società hanno subito significative flessioni nel primo semestre, con perdite relative alla copertura del carburante pari a 4,49 miliardi di dollari di Hong Kong.

http://www.guidaviaggi.it/notizie/180903/cathay–fuel-surcharge-su-hong-kong-

Lufthansa verso la co-impresa con Air China

06/09/2016 12:58
Il progetto è allo studio da un paio d’anni. Carsten Spohr sarebbe atteso a breve in Cina
201609050946006806477

Lo scorso maggio, Carsten Spohr, ceo di Lufthansa, ha partecipato ad una missione in Cina della cancelliera Angela Merkel per discutere la costituzione di una joint venture con Air China. Il progetto è allo studio da oltre due anni, e sarebbe ora sul punto di prendere corpo. Una fonte Reuters, citata dalla stampa estera, ha reso noto che il ceo del vettore tedesco è atteso in Cina per il 20 settembre per partecipare a una cerimonia con la stessa Air China. Senza confermare il calendario, il portavoce della compagnia tedesca, si legge sempre sulla stampa estera, ha

http://www.guidaviaggi.it/notizie/180872/lufthansa-verso-la-co-impresa-con-air-china

Alitalia incrementa la Malpensa-Tokyo

A330 Az

Alitalia in winter 2016/17 season plans to increase service on Milan Malpensa – Tokyo Narita route, based on comparison with same period in 2015/16. From 30OCT16 to 25MAR17, A330-200 aircraft will operate this route 5 times a week, compared to 4 weekly 777-200ER operation in W15.

AZ786 MXP1455 – 1105+1NRT 330 x46
AZ787 NRT1335 – 1825MXP 330 x57

Aereo sulla tangenziale di Bergamo: L’idiozia di avere aeroporti come Orio e Linate

 

 

orio 5-2

Editoriale di I-SIBI,

Io vivo in una zona altamente urbanizzata, e a tutte le ore del giorno e della notte sento il frastuono degli aerei in decollo da Orio al Serio; un aeroporto da 10 milioni di passeggeri l’anno, nonchè importante Hub Parcel…

Ormai non ci faccio quasi più caso, mi sono assuefatto al rombo dei Jet…

Ma tutti noi che viviamo in prossimità di Orio (o Linate), nel profondo delle nostre coscienze, sapevamo che era un gioco con il destino… che per la legge dei grandi numeri, prima o poi qualcosa sarebbe andato storto e uno di quegli uccelli meccanici si sarebbe schiantato… magari sulla nostra casa…

La presenza di aeroporti nelle conurbazioni è assurda, rischiosa… stiamo giocando con le nostre vite…

Stavolta ci è andata bene e l’aereo si è schiantato su una tangenziale… ma sarebbe bastata solo un po’ più di inerzia e sarebbe stata una strage: Bergamo è giusto appena al di la di quella tangenziale…

Stannotte, nel mezzo del temporale che lo ha causato, io quello schianto lo ho sentito… spero che anche gli amministratori lombardi lo abbiano sentito…

Orio e, soprattutto, Linate vanno chiusi… sono pericolosissimi, noi lo andiamo dicendo da anni, stanotte abbiamo avuto la prova di quanto i nostri timori fossero fondati…

Oltretutto, i due aeroporti minori sono inutili, Milano ha l’infrastruttura sicura in grado di assorbire tutto il traffico del suo bacino d’utenza: si chiama MALPENSA…

E’ arrivato il momento di mettere da parte i localismi e pensare alla sicurezza delle nostre case…

La nostra vita val bene un viaggio leggermente più lungo per arrivare in aeroporto… a che serve tutta la “comodosità” del mondo se ci si schianta un 737 nel giardino?

La cronaca di una nottata da incubo:

 

Aereo sulla strada a Orio: panico e viabilità intasata

Un aereo sulla strada, sulla cremasca, a due passi dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, alle 4 di venerdì 5 agosto.

Si tratta di un incidente avvenuto in fase di atterraggio all’aeromobile della DHL, il  737-400, volo BCS 7332 in arrivo da Parigi Charles De Gaulle. L’equipaggio, composto da comandante e primo ufficiale, è rimasto illeso.

Stop ai voli dall’ora dell’incidente, le 4.07 alle 7 di venerdì mattina all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

Interrotta la circolazione attorno allo scalo.

Ore 10.15

A causa dell’incidente aereo, l’ATB ha modificato le corse della linea 1 provenienti e dirette all’Aeroporto di Orio al Serio e a Grassobbio. Possibili disagi e ritardi per i rallentamenti della viabilità.

Linea 1 Bergamo-Aeroporto
Il collegamento fra la Stazione e l’Aeroporto è garantito. Percorso regolare fino a via Don Bosco, quindi le corse proseguono per via Zanica (zona industriale), via Zanchi e Strada Statale 342 fino all’Aeroporto.
Le fermate di via Per Orio (Bergamo) sono momentaneamente soppresse in entrambe le direzioni.

Linea 1C Bergamo-Grassobbio
Percorso regolare fino a via Lunga, quindi le corse proseguono in direzione Seriate fino alla rotonda con corso Roma, svoltano in via Paderno, proseguono per la Strada Provinciale 17, via Matteotti, via Tonale e riprendono il percorso normale da via Europa.

I transiti e le fermate del comune di Orio al Serio e di Oriocenter sono momentaneamente soppressi in entrambe le direzioni.

Ore 10

Sacbo, la società che gestisce lo scalo di Bergamo Orio al Serio informa ufficialmente che l’operatività all’aeroporto è ripresa fin dalle ore 6:47 di venerdì mattina e le procedure di imbarco stanno procedendo, pure in presenza di ritardi. Il personale aeroportuale sta provvedendo all’assistenza dei passeggeri in partenza sui voli cancellati nei limiti delle contingenze operative.

Ore 9.15

Mentre i voli hanno ripreso il loro ritmo di partenze, all’aeroporto ci sono 2500 persone circa rimaste a terra per via dei 15 voli cancellati dopo la caduta del cargo.

Ore 9.10

Dall’aeroporto segnalano una viabilità alternativa per raggiungere lo scalo per chi vuole partire, via Seriate e Grassobbio

Ore 9.05

Si stanno posizionando i new jersey per chiudere la pista

Ore 9

Sono arrivate le gru per cominciare a spostare il velivolo. Sarà un’operazione lunga: l’aereo, un  cargo della Dhl, si è appoggiato sulla pancia, le ruote sono volate via mentre cercava di atterrare all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

Ore 8.15

Sul posto il sindaco di Orio al Serio, Alessandro Colletta, preoccupato per la situazione, certo, ammette, il fatto che non  ci siano feriti o vittime ci solleva un po’

Ore 7.45

La viabilità attorno all’aeroporto è intasata. Traffico fermo sotto la pioggia scrosciante. Il consiglio è di non prendere l’asse interurbano

Ore 7.30

L’aereo occupa tutte le corsie della provinciale

Ore 7.00

Sacbo annuncia che sono stati riaperti i voli

Ore 4.30

Sospesi i voli all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio

Ore 4.15

Nessuna vittima, illesi i due occupanti del cargo Dhl che si è fermato in fase di atterraggio lungo la via che porta all’aeroporto Caravaggio di Bergamo a poca distanza dallo scalo.

Ore 4

Un cargo lungo la strada, non si capisce se fosse in fase di atterraggio o di decollo

http://www.bergamonews.it/2016/08/05/incidente-a-un-cargo-orio-aeroporto-chiuso-dalle-4/230710/

Nuovo volo Atlasglobal per Insanbul 3xw

IL VOLO AFFIANCA QUELLI GIA OPERATI DALLA CONCORRENTE TURKISH AIRLINES

 

image

Si è svolta lo scorso 2 agosto la cerimonia di inaugurazione del nuovo volo Atlasglobal da Mxp a Instanbul Ataturk . Il volo, il primo operato dalla compagnia in Italia, avrà frequenza trisettimanale ma lo scopo è quello di portarlo a giornaliero, in modo da poter offrire ai propri un offerta completa verso la destinazione che ricordiamo è gia servita anche dall’altra compagnia Turkish Airlines.

image

“È un piacere inaugurare questo nuovo volo, frutto di un lungo lavoro, e siamo orgogliosi del fatto che Atlasglobal abbia scelto Milano e soprattutto Malpensa come sua prima station in Italia”. Ha dichiarato Andrea Tucci di S.E.A. SpA durante l’inaugurazione.image

Soddisfazione anche da parte del Console Turco, che vede questo volo come un ulteriore possibilita di sviluppo del già ricco traffico fra Italia e Turchia

image

W.M.

 

altri momenti dell inaugurazione

image

imageimage

Via l’aumento alla tassa d’imbarco, vincono le compagnie aeree

Il governo ha deciso di sospendere  in via provvisoria ovvero almeno fino a dicembre l’aumento di 2,5 euro (+33%) sulla tassa d’imbarco. Detti fondi, raccolti dal governo centrale come addizionale comunale ed in teoria ridistribuiti sovente  malamente e con tempi lunghissimi ai comuni su cui vanno ad insistere gli scali all scopo di alleviare i disagi della presenza aeroportuale, in realta andavano a foraggiare il fondo per i lavoratori del settore aereo (creato dal governo Berlusconi nel 2008 per garantire la cassa integrazione speciale ai dipendenti Alitalia).  Va da se che pur essendo un guadagno per i passeggeri, sarà ora necessario reperirie quei fondi spalmandoli ovviamnte sulle tasche di tutti i cittadini, anche quelli che un aereo non lo hanno mai preso e forse mai lo prenderanno.

 

W.M.

La tua Fonte di Notizie su Milano Malpensa

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Skip to toolbar