FMV – PRIMI TEST IN VISTA DELL’APERTURA E MODELLO DI SERVIZIO

Il traguardo  si avvicina, oggi a poco più di 20 gg dall’apertura o a un mese esatto (a seconda che la stessa avvenga il 10 dicembre con il il cambio d’orario o il 17 come annunciato in precedenza) il primo convoglio TILO ha percorso completamente la tratta Mentrisio SSB-Stabio-Cantello Gaggiolo- PM Bevera – Arcisate -Induno Olona – Varese RFI, ovviamente non si trattava di un convoglio in servizio regolare ma della prima delle numerose corse di Test e collaudo dell’infrastruttura che si susseguiranno da qui al giorno dell’Inaugurazione. Un evento che comunque a 8 anni e mezzo da quel 24 luglio 2009 in cui fu posata la prima pietra alla stazione di Arcisate e 4 anni dopo la conclusione prevista dei lavori (piu volte fermati e poi ripresi fino alla rescissione del contratto da parte della Claudio Salini Costruzioni e successiva riaggiudicazione dei cantieri) mette finalmente fine ai disagi di una valle che ferroviariamente parlando da presunto ramo secco si trova ora alla ribalta del sistema ferroviario internazionale.

La FMV ricordiamo è stata fortemente voluta per la possibilità che offre di avvicinare il Ticino allo Scalo Intercontinentale di Malpensa ma in realta lo scopo principale è quello di creare una sorta di Metropolitana internazionale per i frontalieri che dal Varesotto si recano  nel  Mendrisiotto e nel Luganese, oltre a riproporre finalmente seppur su un itinerario diverso l’indispensabile collegamento  Varese-Como  con un vantaggioso tempo di percorrenza di 42 minuti che lo rende altamente competitivo con le altre soluzioni di Trasporto Pubblico disponibili (autobus o treno su rete FN con cambio a Saronno).

Il Servizio che sarà svolto dalla societa Italo-Svizzera TILO (Ticino-Lombardia) prevede (con l’attuale piano orario provvisorio che sarà definitivo dopo il 20/11) che da Varese parta un treno ogni ora per Lugano-Bellinzona linea S50 al minuto 36 ed uno sempre ogni ora al minuto 06 per Como Linea S40 (il capoluogo Lariano sarà raggiunto dopo una breve sosta per cambio banco a Mendrisio  dato che le lineee afferenti dalle due città entrano entrambe dalla radice sud della stazione. il tragitto come detto durerà 42 minuti fino alla stazione Como San Giovanni, dopodiche  i treni raggiungeranno il Capolinea di Albate-Camerlata 5 minuti dopo).  In questo modo le realzioni lungo l’asse della FMV saranno cadenzate con un convoglio ogni  mezzora,  sarà inoltre  possibile raggiungere la destinazione non coperta dal convoglio su cui si viaggia effettuando a Mendrisio il cambio in coincidenza con la linea S10 Como-Bellinzona anch’ essa cadenzata alla mezz’ora

Resta per ora sospeso il prolungamento del servizio per Malpensa Stante la necessità da parte italiana di risolvere alcune interferenze in orario che si generano sul nodo di Gallarate a causa di alcuni treni operanti sulla linea del Sempione da e verso il piemonte su cui andranno infilati i nuovi treni TILO in aggiunta agli S5 e ai Regio Express operanti sulla Milano-Varese. Si parla comunque di attivazione del servizio per la metà del 2018, anche se non è ancora ben chiaro se a proseguire  per MXP e con che frequenza saranno gli S40 da Como (come desiderato da Regione Lombardia) o gli S50  da Bellinzona/Lugano (come voluto da parte Elvetica e come previsto dal piano originale). Quello che appare certo è che con l’attivazione del servizio la S30 Cadenazzo-Luino-Gallarate-MXP  verrà limitata a Gallarate. Nel contempo salvo ripensamenti dell’ultim’ora  a partire dal 1 gennaio 2018 il Sottoceneri e il Mendrisiotto  perderanno i collegamenti con Malpensa via autobus essendo revocate dalla data in oggetto le concessioni svizzere per detta destinazione  in vista dell’attivazione del servizio ferroviario

Ma la riattivazione della Ferrovia in Valceresio non è solo FMV, con l’inizio del servizio riaprirà anche la tratta a Binario unico per Porto Ceresio, isolata dal 2009 con l’apertura dei cantieri della linea internazionale e da cui oggi,  riarmata ed aggiornata tecnologicamnte, si dirama dal PM Bevera  per raggiungere il capolinea lacustre attraverso la fermata di Bisuschio.

Per la tratta non sono ancora disponibili gli orari del servizio che sarà gestito da Trenord  ma che indicativamnte dovrebbe coincidere con un prolungamento dei Regio Express Milano PG-Varese con cadenza oraria ed eventuali rinforzi in punta.

Il nuovo quadro ferroviario implicherà anche il ridisegno di tutte le relazioni di TPL extraurbano su Gomma operanti nella valle in modo da offrire un interscambio ottimizzato autobus/treno.

 

W.M.