Da oggi in vendita su airitaly.com i voli fra Olbia, Linate e Roma

PRESS RELEASE

Air Italy sarà operativa da sabato 8 giugno sui voli fra l’Aeroporto di Olbia Costa Smeralda, Milano Linate e Roma Fiumicino

Air Italy è lieta di annunciare che, a fronte dell’accordo con la Regione Sardegna e Alitalia in merito agli oneri di servizio pubblico sulle rotte Olbia-Roma Fiumicino e vv. e Olbia-Milano Linate e vv., sta provvedendo ad inserire i voli in vendita a partire da oggi e operativi a decorrere da sabato 8 giugno 2019.

Il Chief Operating Officer di Air Italy, Rossen Dimitrov, ha dichiarato: “Questo giorno è particolarmente importante e felice per Air Italy, per i nostri dipendenti e per tutti i nostri clienti abituali, che da oltre 50 anni si sono affidati ai nostri servizi per i loro viaggi da e per Roma e Milano. Siamo orgogliosi e impazienti di ospitarli a bordo insieme agli innumerevoli nuovi turisti che hanno in programma di trascorrere le loro vacanze estive in Sardegna.”

“Abbiamo trascorso diversi mesi in discussioni complesse e sfidanti prima di raggiungere questo punto di arrivo che finalmente di consente di realizzare il nostro principale obiettivo: quello di proteggere il nostro personale di Olbia e i nostri investimenti negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna”.

 

Di seguito una scheda con l’orario dei voli di Continuità Territoriale operativi sull’aeroporto Olbia Costa Smeralda:

Olbia-Milano Linate: voli in partenza alle 07:10 (IG1225); 11:00 (IG1209); 15:15 (IG1211) e 19:15 (IG1207)

Milano Linate-Olbia: voli in partenza alle 09:05 (IG1202); 13:15 (IG 1210); 17:10 (IG1212) e 21:05 (IG1208)

Olbia-Roma Fiumicino: voli in partenza alle 07:00 (IG1111); 11:30 (IG1123); 14:45 (IG1119) e 19:50 (IG1113)

Roma Fiumicino-Olbia: voli in partenza alle 08:45 (IG1112); 13:15 (IG 1124); 16:30 (IG1120) e 21:35 (IG1116)

 

La Compagnia ricorda che, a partire dal 27 luglio, con la chiusura dell’aeroporto di Linate, i voli saranno operati da e per Milano Malpensa.

Maggiori informazioni sono disponibili su airitaly.com, sulla Air Italy App o contattando il Call Center 892 928 e le agenzie di viaggio.

 

URL : http://press.airitaly.com/da-oggi-in-vendita-su-airitalycom-i-voli-fra-olbia-linate-e-roma/

Continuità Territoriale Sardegna

Air Italy ha accettato lo scorso 12 marzo di volare da Olbia a Roma e da Olbia a Linate (e viceversa), senza compensazione finanziaria.

Questa decisione è stata presa perché, nonostante la perdita del Bando nella fase iniziale della Continuità Territoriale, era vitale fare tutto il possibile, nell’ambito delle regole dello stesso, per proteggere il personale e l’investimento fatto negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna.

Operare la Continuità Territoriale senza compensazione significava apportare cambiamenti strategici al proprio network e accettare una significativa perdita finanziaria, infatti le compensazioni esistono per una ragione: operare con le condizioni disposte dalla Regione Sardegna non è economicamente profittevole e quindi, per assicurare la mobilità e l’accesso alla Sardegna, la Regione finanzia le rotte.

Nonostante ciò, gli azionisti hanno accettato di sottoscrivere la significativa perdita economica derivante dall’operare i voli di Continuità Territoriale senza compensazioni, motivandola con le sopra accennate ragioni: proteggere il personale e i loro redditi.

Successivamente, lo scorso 8 aprile Alitalia ha a sua volta accettato gli oneri di servizio pubblico sui voli da e per Olbia.

Come noto, Alitalia è una società in Amministrazione Straordinaria, e i termini per la sua vendita sono stati recentemente prorogati perché non è stato trovato un partner valido. Come quindi possa operare le rotte in Continuità Territoriale di Olbia senza compensazione – dato che le rotte non sono redditizie in assenza di contributi – rimane un mistero. È interessante notare che Alitalia si è offerta solo di effettuare queste rotte senza compensazione, mantenendola invece sulla Continuità Territoriale di Cagliari e Alghero, dove le rotte sono probabilmente più redditizie.

A questo punto, considerati gli sviluppi, la Compagnia ha affrontato la prospettiva di dover rivedere radicalmente le proprie operazioni su Olbia, considerando ogni possibile eventualità.

In data 15 aprile, il Presidente Christian Solinas ha convocato Air Italy e Alitalia per provare a trovare una soluzione. Sono state presentate diverse opzioni, tra le quali la condivisione delle rotte, ma nessuna delle alternative proposte era finanziariamente sostenibile, anzi portavano ad un risultato peggiore per Air Italy rispetto a quanto proposto dalla Compagnia a marzo – il che ha portato come conseguenza alla rinuncia da parte di Air Italy.

Il 17 aprile il Ministero dei Trasporti e la Regione Sardegna hanno nuovamente convocato Air Italy e Alitalia per cercare congiuntamente una soluzione che potesse superare la situazione venutasi a creare.

Nelle settimane successive è stato discusso e sviluppato un accordo quadro nel quale era previsto che Alitalia continuasse a volare sulle rotte di Olbia fino alla fine di maggio, ri-proteggendo i passeggeri di Air Italy, dopo di che Alitalia sarebbe uscita e avrebbe lasciato operare Air Italy, che – parimenti, avrebbe ri-protetto i passeggeri di Alitalia.

Questo accordo quadro è stato redatto e rivisto dalle parti in attesa di essere firmato.

Tuttavia, a poche ore dalla prevista conclusione dell’accordo, Alitalia ha modificato la propria posizione affermando che non fosse più possibile procedere e che desiderava tornare alla proposta originale, ovvero la condivisione delle rotte. Questo era, è e sarà, semplicemente impossibile.

Air Italy ha fatto tutto il possibile per cercare di esplorare ogni opzione percorribile.

Per più di due mesi è stata riconfermata l’accettazione delle rotte pur in previsione di una significativa perdita finanziaria. E’ stato opzionato e poi cancellato e ancora ri-opzionato e di nuovo cancellato il leasing degli aerei necessari, creando un danno ai propri rapporti commerciali.

Sono state acquisite prenotazioni e sono stati ri-protetti i passeggeri con ogni possibile modalità. E, infine, la Compagnia ha partecipato a ogni incontro, ma una soluzione ragionevole è risultata fuori dal proprio controllo.

Esattamente un mese fa la Compagnia ha detto che la soluzione proposta dalla Regione Sardegna di concerto con il Governo non era una soluzione, ma una farsa, e che non risolveva la questione della continuità territoriale. Al contrario, mette a rischio la Continuità Territoriale e contemporaneamente i passeggeri, il territorio, il personale di Air Italy e il settore turistico della Sardegna.

Oggi quest’affermazione è tristemente ancora valida.

Oltre a ciò, c’è disillusione e estrema delusione rispetto a come questa situazione è stata gestita dalla Regione Sardegna e dal Governo.

Così com’è, questa è la fine della storia per quanto riguarda Air Italy, che essendo costretta a cancellare le due rotte Continuità Territoriale di Olbia, continuerà a ri-proteggere i passeggeri che dovessero risultare ancora prenotati sui voli fra Olbia e Milano Linate e fra Olbia e Roma Fiumicino.

Non c’è nient’altro che la Compagnia possa fare a questo punto. Sono state mantenute le opzioni per gli aerei in leasing in attesa di una risoluzione, ma sfortunatamente ora tali opzioni verranno rilasciate e tutti i relativi accordi annullati.

Inoltre, a causa della cattiva gestione e delle ripercussioni finanziarie di questo ridicolo stato di cose, è stato dato incarico per valutare la possibilità di richiedere un risarcimento e verrà chiesto alla Commissione europea di indagare su questa débâcle.

Ma soprattutto, l’obiettivo principale resta lo stesso: il proprio personale.

A causa di questa situazione mal gestita e della mancanza di una soluzione, trascinata per mesi e ritornata al punto di partenza, il destino dei 500 dipendenti di Air Italy, delle loro famiglie e delle imprese associate in Sardegna dipende dalle decisioni della Regione Sardegna e del Governo.

Oggi il personale della Compagnia e le famiglie meritano risposte oneste e dirette da parte di coloro che sono responsabili di questo caos.

Essi devono adesso spostare immediatamente l’attenzione sulla ricerca di una soluzione adeguata a proteggere sia il reddito degli oltre 500 dipendenti di Air Italy, sia le loro famiglie a Olbia, nonché il contributo economico e sociale, che essi apportano all’isola della Sardegna

Nuovo look&feel per il programma frequent flyer di Air Italy – @MyAirItalyClub

Air Italy è lieta di rivelare il nuovo look and feel per il proprio programma di fidelizzazione appena rinnovato, insieme al nuovo nome: @ MyAirItalyClub.

La scelta del nome @MyAirItalyClub riflette due elementi chiave : la massima sinergia con il nuovo marchio della Compagnia e la natura digitale del posizionamento del club.

Tutte le caratteristiche, il regolamento e i benefici previsti dal precedente programma di fidelizzazione e, soprattutto, la stessa valuta AVIOS, così come gli stessi meccanismi di accumulo e riscossione degli AVIOS, rimarranno identici anche nel nuovo programma.

Semplicemente tutti coloro che sono già iscritti, da oggi, con in vigore il nuovo programma, si vedranno accreditare gli AVIOS finora accumulati come Bonus di Benvenuto.

Il Chief Operating Officer di Air Italy, Rossen Dimitrov, ha dichiarato: “Il nostro rinnovato programma di fidelizzazione riconferma il nostro impegno nei confronti dei membri del programma e l’evoluzione della natura della comunicazione, in particolare per quanto riguarda i viaggi.

“Il nostro team dedicato al supporto del programma fedeltà è infatti pronto a rispondere a tutte le richieste tramite il nuovo canale social dedicato, fornendo così ai nostri clienti un’interfaccia che usano già ogni giorno per molti altri motivi. Migliorare l’esperienza del cliente significa abilitare le soluzioni più facili e più semplici e questo nuovo posizionamento ci consentirà di supportare e assistere i membri del nostro programma di fidelizzazione in tutte le fasi del loro viaggio, dalla prenotazione fino al ritorno a casa “.

Anche i livelli del programma e le preziose card sono stati rivisti, con diverse tipologie disponibili, a partire da @MyAirItalyClub WHITE, passando a @MyAirItalyClub SILVER per arrivare a @MyAirItalyClub GOLD, a cui si aggiunge @MyAirItalyClub CORPORATE, dedicata al segmento business e alle aziende.

I servizi forniti ai membri @MyAirItalyClub SILVER includono i banchi accettazione riservati, l’utilizzo dei varchi Fast Track per consentire un rapido accesso ai controlli di sicurezza, l’imbarco prioritario e la preassegnazione gratuita dei posti standard.

Per i membri @MyAirItalyClub GOLD, oltre ai benefit dedicati a Silver, sono previsti una serie di ulteriori vantaggi, per rendere ogni viaggio semplice e conveniente. La franchigia bagaglio per i membri GOLD è infatti fino a 32 kg, mentre l’appartenenza al livello GOLD prevede anche l’accesso alle Sale VIP e la prenotazione gratuita dei posti nelle prime file o in quelle che offrono un più ampio spazio per le gambe.

Il “servizio Anticipo volo” consente, laddove la destinazione sia servita da più collegamenti giornalieri, di anticipare il proprio volo, direttamente il giorno della partenza, senza costi aggiuntivi, presentandosi al banco check-in riservato almeno un’ora prima della partenza del volo che si desidera prendere.

Inoltre è prevista l’estensione di tutti vantaggi della card a un accompagnatore, oltre a ulteriori benefit quali il servizio di riconsegna prioritaria del bagaglio, la lista d’attesa prioritaria e una serie di agevolazioni per il trasporto di attrezzature sportive, animali domestici e assistenze speciali.

Per dare il benvenuto al nuovo look & feel del programma di fidelizzazione, per tutti coloro che sono già registrati o che lo faranno durante la fase di lancio, è in corso un’importante promozione che riguarda le rotte Air Italy appena inaugurate verso il Nord America, con il doppio degli Avios offerti per coloro che volano a Los Angeles, San Francisco o Toronto.

Per scoprire ulteriori dettagli e sfruttare le opportunità promozionali, è sufficiente visitare www.airitaly.com, utilizzare l’App Air Italy o contattare il Call Center 89.29.28 o il proprio agente di viaggio.

Malpensa e il sogno americano di Air Italy

Los Angeles, San Francisco e Toronto: in un solo mese – dal 3 aprile al 6 maggio – Air Italy ha portato a termine il posizionamento dei suoi nuovi tasselli sullo scacchiere dell’estate a lungo raggio.

Una strategia chiara che fa del Nordamerica la terra d’elezione per la compagnia aerea ex Meridiana, soprattutto dopo i tentativi non troppo fortunati di sviluppare le rotte verso Oriente. Il network Air Italy, centrato sulla base di Milano Malpensa e che contava già le rotte per New York e Miami, ora prevede quella per Los Angeles (quattro volte alla settimana), per San Francisco (quattro volte alla settimana), e il collegamento con Toronto (operativo ogni giorno tranne il giovedì).

Tutti i voli, inoltre, beneficiano di connessioni nazionali tra Milano e Roma, Napoli, Palermo, Catania, Lamezia Terme, Cagliari e Olbia. Il nuovo volo per la capitale dell’Ontario, quindi, sarà stagionale ed è programmato fino al 25 ottobre 2019 e operato da un Airbus A330-200 dotato di 24 posti in Business Class con poltrone completamente reclinabili e 228 posti in Economy.

«Esiste un enorme potenziale di crescita sulla direttrice verso il Canada, un Paese che presenta una forte posizione economica, importanti relazioni a livello globale e un’ampia comunità di italiani che vi vivono stabilmente – ha detto durante l’inaugurazione il chief operating officer di Air Italy, Rossen Dimitrov – Chiaramente ci aspettiamo una crescita del turismo verso il Canada, ma anche un aumento degli scambi commerciali legati ai settori della moda, dell’alimentazione e della cultura, che potranno beneficiare dei nostri sei voli settimanali».

Una raffica di voli Oltreoceano che ha solleticato perfino i dubbi delle tre grandi compagnie Usa – Delta, United e American – che hanno accusato Air Italy di operare per nome e per conto della controllante Qatar Airways (che detiene il 49% della compagnia, mentre Alisarda ha il restante 51%, ndr) permettendo così al Gruppo qatariota di aggirare gli accordi tra i vettori del Golfo e gli States. Accuse lanciate perfino in audizione al Congresso Usa, ma che finora non hanno avuto nessun riscontro materiale.

Air Italy, galvanizzata da tale attenzione, ha risposto con un dettagliato comunicato. “Disponiamo di una flotta di 13 aeromobili, di cui 5 sul lungo raggio. Siamo perplessi (seppur leggermente lusingati) dal fatto che i tre più grandi vettori Usa, che gestiscono una flotta di oltre 2.500 aeromobili, sostengano di essere minacciati da noi – sostiene la nota di Air Italy, che prosegue – Qatar Airways non opera in codeshare sulle nostre linee. Se una qualsiasi di queste tre compagnie (che con i loro alleati hanno il 90% del traffico) credesse che la nostra piccola quota di mercato sia una minaccia, che non dovremmo servire gli Usa o avere la licenza italiana allora dovrebbe indirizzare il proprio reclamo all’Enac e alla Commissione europea”.

https://www.lagenziadiviaggi.it/malpensa-sogno-americano-air-italy/

MILAN AIRPORTS PARTECIPA A ITB CHINA E PROMUOVE WORLD ROUTES 2020

Milano, 13/05/2019 – SEA Aeroporti di Milano, il gruppo che gestisce gli aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa, parteciperà a ITB China, la fiera del turismo cinese che si terrà dal 15 al 17 maggio a Shanghai. SEA sarà presente all’interno dello stand ENIT al fine di sottolineare l’interesse degli aeroporti di Milano per il mercato Asiatico e Cinese in particolare.

La presenza di SEA Aeroporti di Milano a ITB China ha anche l’importante obiettivo di promuovere fra i principali rappresentanti del turismo cinese l’evento World Routes che si svolgerà a Milano dal 5 all’8 settembre 2020 in partnership con la Regione Lombardia e il Comune di Milano.

World Routes è il più importante evento del settore dell’Aviation Industry e del turismo che riunisce compagnie aeree, aeroporti e i rappresentanti dei più importanti tourism authority del mondo.

World Routes rappresenta, una grande opportunità di visibilità per gli aeroporti di Milano e per lo sviluppo di nuovi collegamenti aerei tra Milano e il resto del Mondo, in particolare con la Cina, con l’Asia in generale e le Americhe.

Rappresenta inoltre, un’ulteriore possibilità per rafforzare il ruolo della città come metropoli internazionale e il posizionamento delle destinazioni della Lombardia nel mercato globale.

(Ufficio Stampa SEA)

La tua Fonte di Notizie su Milano Malpensa