Tag Archives: malpensa

Inaugurati il Rail-Link e la stazione del Terminal 2 – Cab-Ride Video e conferenza stampa

Con la cerimonia che si è svolta presso la nuova stazione del Terminal 2 si sono conclusi i lavori dell’importante collegamento ferroviario (di cui abbiamo già esaustivamente parlato in un precedente articolo) che permetterà ai passeggeri diretti al terminal 2 di raggiungere l’aerostazione  senza rotture di carico dovute al cambio treno/bus navetta che prima si dovevano effettuare al terminal 1

Nel filmato che vi proponiamo  le riprese Cab-ride del nuovo tracciato effettuate durante la corsa inaugurale e la conferenza stampa integrale della cerimonia di inaugurazione.

 

W.M.

 

AGGIORNAMENTO DEL 9-12-2016

Intanto a causa di lungaggini burocratiche con ansf il servizio che doveva partire domenica è ritardato a data da destinarsi che verra comunicata appena possibile si legge in una nota di ferrovienord

PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE IL NUOVO DECRETO SULLA RIPARTIZIONE DEL TRAFICO FRA MXP E LIN

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 18 novembre 2016 Ripartizione del traffico aereo sul sistema aeroportuale di Milano. (16A08262) (GU Serie Generale n.279 del 29-11-2016)
IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI

Visto il decreto ministeriale n. 15 del 3 marzo 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 60 del 13 marzo 2000, concernente la
ripartizione del traffico aereo sul sistema aeroportuale milanese;
Visto il decreto ministeriale 5 gennaio 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 14 del 18 gennaio 2001, recante modificazioni
al decreto ministeriale n. 15 del 3 marzo 2000, concernente la
ripartizione del traffico aereo sul sistema aeroportuale milanese;
Considerato che, in attuazione dei criteri introdotti dal decreto
ministeriale 5 gennaio 2001, la capacita’ dell’aeroporto di Linate e’
stata individuata nel limite di 18 movimenti orari come risultante
dalla direttiva impartita dall’Enac ad Assoclearence con nota prot.
n. 01-420/D.G. del 12 febbraio 2001;
Considerata la necessita’ di assicurare una sempre migliore
fruizione dell’aeroporto di Milano Linate, mantenendone invariata la
capacita’ aeroportuale, anche nell’ottica del pieno dispiegamento
delle potenzialita’ di sviluppo dell’Hub di Milano Malpensa;
Visto il decreto ministeriale n. 395 del 1° ottobre 2014, recante
modificazioni al decreto ministeriale n. 15 del 3 marzo 2000;
Vista la decisione della Commissione europea del 17 dicembre 2015,
adottata a norma dell’art. 19 del regolamento (CE) n. 1008/2008, con
la quale la Commissione europea ha negato l’approvazione delle misure
contenute nel decreto ministeriale n. 395 del 1° ottobre 2014 in
quanto in contrasto con lo stesso art. 19, paragrafo 2, del
regolamento (CE) n. 1008/2008, nella parte in cui prevede la
preventiva consultazione delle parti interessate;
Visti gli esiti della consultazione delle parti interessate
effettuata in ottemperanza alla predetta decisione della Commissione
e valutate le relative osservazioni;
Considerato che le misure contenute nel decreto n. 395/2014 hanno
prodotto effetti positivi in ordine alla apertura del mercato senza
determinare alterazioni della concorrenza o discriminazioni tra i
vettori interessati;
Ritenuto pertanto, che tali misure siano adeguate alle finalita’ di
assicurare una sempre migliore fruizione dell’aeroporto di Milano
Linate, nell’ottica del pieno dispiegamento delle potenzialita’ di
sviluppo dell’Hub di Milano Malpensa;
Ritenuto altresi’, necessario procedere all’emanazione di un nuovo
provvedimento in conformita’ alla decisione della Commissione europea
del 17 gennaio 2015 e, in particolare, al paragrafo 28;
Vista la decisione di esecuzione della Commissione del 16 novembre
2016, con la quale sono state approvate le previsioni del presente
decreto;

Decreta:

Art. 1

L’art. 4 del decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
del 3 marzo 2000 n. 15 e successive modifiche e integrazioni e’
sostituito dal seguente:
«Art. 4. – I vettori comunitari possono operare collegamenti di
linea “point to point”, mediante aeromobili del tipo “narrow body”
(unico corridoio), tra lo scalo di Milano Linate e altri aeroporti
dell`Unione europea, nei limiti della definita capacita’ operativa
dello scalo di Milano Linate.».

Art. 2

L’art. 2 del decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
del 5 gennaio 2001 e successive modifiche e integrazioni e’
sostituito dal seguente:
«Art. 2. – Al fine di ottimizzare la fruizione dell’aeroporto di
Milano Linate e nel contempo perseguire il pieno dispiegamento delle
potenzialita’ di sviluppo dell’Hub aeroportuale di Milano Malpensa,
l’Ente nazionale per l’aviazione civile e’ incaricato di svolgere la
verifica ed il monitoraggio costante dei dati di traffico
aeroportuale di Milano Linate e Milano Malpensa, dandone successiva
comunicazione al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, per
le valutazioni di competenza e l’adozione delle misure necessarie al
raggiungimento delle predette finalita’.».

Art. 3

II coordinatore degli orari sull’aeroporto di Milano Linate
provvedera’ per la corretta assegnazione delle bande orarie
sull’aeroporto interessato, adempiendo agli obblighi derivanti dalle
proprie funzioni, in adesione alle disposizioni previste nel presente
decreto.

Art. 4

Il presente decreto, che abroga e sostituisce il decreto 1° ottobre
2014, n. 395, entra in vigore dalla data di pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 18 novembre 2016

 

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-u11-29&atto.codiceRedazionale=16A08262&elenco30giorni=false

Wizz apre la 25^ base europea e connette la Georgia con Malpensa 2xw

Nuova base Wizz  presso l’aeroporto di Kutaisi, in Georgia, dove è stato basato  un aereo della flotta che permetterà di attivare 7 nuove rotte in aggiunta alle 4 gia esistenti sullo scalo.  Tra i nuovi voli spicca il collegamento verso Milano Malpensa che verrà operato 2xw la domenica e il mercoledì.

Dalla base Georgiana sarà possibile raggiungere oltre a Malpensa anche Berlino, Dortmund, Larnaca, Monaco Memmingen, Sofia e Salonicco

W.M.

MERIDIANA CHIUDE LA BASE DI CAGLIARI. IL PERSONALE SARÀ TRASFERITO A OLBIA E MALPENSA

Una delle prime conseguenze dell’ingresso di Qatar nel capitale di Meridiana e del conseguente riassetto aziendale, è la chiusura della base di Cagliari a partire dalla Winter 16/17.  I 16 piloti resteranno in sardegna per essere addestrati all’uso dei nuovi B737, tutti gli altri dipendenti (40) verranno ridistribuiti fra Olbia e Malpensa.  La decisione della società non è stata ben accettata dai sindacati che annunciano battaglia.

 

W.M.

Quel treno per il T2……..da dicembre

Finalmente in dirittura d’arrivo il collegamento ferroviario fra la Stazione del Terminal 1 e la nuova stazione del Terminal 2, i lavori sono conclusi per quanto riguarda la costruzione della linea per il 90% come dichiarato da FNM che prevede di iniziare la fase di pre-esercizio nel prossimo novembre e di mandare a regime il collegamento con il cambio d’orario previsto come di consueto a dicembre. Attualmente  la previsione è quella di prolungare le corse esistenti fino alla nuova struttura.

La creazione di questo collegamento permetterà finalmente all’utenza diretta al T2 di poter scegliere il comodo collegamento ferroviario per Milano (Cadorna o Garibaldi/Centrale) senza più l’attuale rottura di carico dovuta al trasbordo sulla navetta automobilistica T1<->T2 (che dovrebbe essere comunque mantenuta in quanto anche a servizio dei vari parcheggi aeroportuali e di servizi per il personale), mentre si continuerà a sentire la cronica mancanza di un collegamento airside fra i due terminal (che tuttavia non sarà indispensabile finche l’attuale operatore del T2 ovvero Easyjet non effettuerà transiti o interlinea con altri operatori al T1).

Che l’opera sia ad un punto avanzato se ne può’ rendere conto chiunque transiti sulla superstrada fra i due terminal, completate da tempo le strutture della stazione ( di competenza di S.E.A. che oltre a gli spazi  necessari all’espletamento del servizio ferroviario prevede anche spazi commerciali), e visibilmente a buon punto la tratta ferroviaria vera e propria (di competenza FNM) con l’armamento e la palificazione per la catenaria pronte.

E il futuro?

Allo studio vi è già il proseguo della linea verso Gallarate per raccordare l’infrastruttura alla linea del Sempione  passando attraverso i boschi di Casorate Sempione (proposta che come d’uso in Italia sta trovando l’avversione delle solite associazioni ambientaliste che fanno forza anche sulla scarsa capacità dovuta alla saturazione della Gallarate-Rho), mentre dopo la rimozione sul PianoRegolatore  dei vincoli dalla zona di Moriggia sembrerebbe tramontato definitivamente il progetto di collegamento diretto  con la linea  per Varese che avrebbe comportato la costruzione di un impegnativo tunnel.  Come  di questa scelta non sarà dunque possibile collegare in maniera diretta la FMV (Ferrovia Mendrisio Varese che diventerà operativa a dicembre 2017) con MXP ma i treni  da  Lugano – Mendrisio Varese dovranno essere instradati verso l’aerostazione  attraverso il raccordo X  (a singolo Binario e soggetto a innumerevoli interferenze) di Busto come attualmente avviene per i Bellinzona-Cadenazzo-Luino- Malpensa.

Ancora una volta uno stravolgimento di un masterplan  (così come per la terza pista) che avrebbe dotato Malpensa dopo 20 anni di quei collegamenti ottimali di cui l’aerostazione ha sempre pagato lo scotto.

Certo in un ottica in cui tutto il traffico, anche quello che nei desiderata delle compagnie dovrebbe passare per Milano, deve necessariamente passare attraverso  l’HUB per decreto benvengano anche le infrastrutture “a metà”.

W.M.